“The Scarecreows” nascono a Vallecorsa nella primavera del 2010 su idea di Matteo Antonetti, Marian Sacchetti e Matteo (Sam) Palombi, intenzionati da un po’ di tempo a mettere su un gruppo per dar sfogo alle proprie passioni musicali.

Nel corso di un anno la formazione si delineerà nei suoi ruoli, talvolta stravolti ed invertiti dal corso degli eventi e dai gusti musicali individuali.

Nell’estate dello stesso anno la formazione del gruppo contava cinque membri: Matteo (Sam) Palombi che contatterà Stefano (Black) Rossi a formare la coppia di chitarre soliste della band, con a seguire Marian Sacchetti alla chitarra ritmica, Matteo Antonetti al Basso e Francesco Tullio alla Batteria.

Il gruppo suona con passione, coeso da spirito di iniziativa, si inizia sotto le influenze di Sam ad assaporare il gusto del blues e del rock classico tuffandosi nel Mississippi e riemergendo con Buddy Guy, Howlin Wolf fino ad arrivare ad Eric Clapton e Jimi Hendrix, le influenze di musica hard-heavy arrivano dagli anni settanta con i Led zeppelin o i Deep Purple, genitori adottivi dell’altro solista della band Stefano (black appunto) , dagli anni ottanta e novanta con i Guns and Roses i Nirvana ed i Green Day amati dalla sezione ritmica del gruppo, Mat e Marian.

La band passa il primo anno della propria carriera a cercare un cantante capace di offrire buone performances sul palco come in sala prove. Dopo innumerevoli ricerche la scelta cadrà su Michele Migliori, cantante di stampo classico ma con una spiccata passione per il pop-rock ed i glam-rock dei Queen.

Dopo ore passate in sala prove, negozi di cd e strumenti musicali il gruppo inizia ad acquistare una sua identità, iniziando con serate in locali della provincia. Purtroppo con l’aumentare della passione e del peso delle responsabilità, aumentavano anche i litigi, il gruppo si sfalderà infatti nell’estate del 2012 per riformarsi nell’autunno dello stessa anno con Nicolas Lauretti alla batteria al posto del dimissionario Francesco Tullio, acquistando un feeling ed una carica maggiore, tanto forte da tenere il gruppo coeso nonostante i problemi personali e talvolta fisici di alcuni membri del gruppo che impedivano di suonare in serenità.

La filosofia degli “Scarecrow” è sempre stata suonare per superare i problemi, come un profondo e doloroso canto blues che accompagna l’intera esistenza umana, “more life it’s bad and more music s good”…

Per la prima volta quest'anno The Scarecreows sul palco del GallinaRock!  

[Torna indietro]


 

 

 


 
 

istituzioni_footer

tit_mediapartners mediapartners_footer2018

sponsor_footer2018