Migliaia di presenze alla tre giorni del Festival più amato



Il successo era annunciato, ma l’entusiasmo travolgente delle tre serate del GallinaRock è andato anche oltre le aspettative. Con migliaia di spettatori è calato il sipario su un’edizione che consacra il Festival tra gli appuntamenti più attesi e lo colloca ancora più saldamente tra i contest più importanti d’Italia. Tutta come prevista la programmazione artistica e tutto rispettato alla lettera, come le previsioni del tempo del metereologo ufficiale del Festival Maurizio Cruciani, che promettevano sole.
La musica ed il rock padroni indiscussi per tre giorni, ad iniziare dalla prima serata: dopo l’esibizione delle nove band in concorso (A City in December, De Violist, I Minerva, I Triplavvù, Soul Flakes, Shine Shadow, Stone in Office, The Hidden e Tfr - Trattamento fine rapporto) ad infiammare la serata c’hanno pensato i Johnny Freak ed i SenzaBenza. Se i primi hanno tenuto proprio al GallinaRock la loro unica data estiva, i secondi sono considerati la migliore Punk Rock band italiana di tutti i tempi. Il giorno successivo, come da scaletta, hanno aperto la lunga maratona di musica le band classificatesi al terzo posto (I Minerva e The Hidden). Dopo di loro i ritmo si è fatto sempre più incalzante ed i Segnali di Fumo/Antidoto 14 insieme agli ZeroFavole con una performance unica hanno preparato la piazza, tra gli applausi, al concertone dei 99 Posse. Con un’energia entusiasmante la band partenopea ha riproposto vecchi e nuovi brani che hanno mandato letteralmente in delirio il pubblico. La serata si è conclusa a tarda notte con un travolgente aftershow di DubInside feat MR DILL “The Lion Warriah”, targato Industrie Sonore.
Sabato invece il gran finale. Dopo aver riascoltato gli A City in December, è stata la volta dei vincitori di questa sesta edizione del GallinaRock: I Triplavvù. Originari di Perugia si sono aggiudicati a furor di popolo il primo posto. A seguire gli openers Altre di B, dei 15 Mos e From The Ashes. Proprio una di queste band, le Altre di B, aveva già partecipato alla prima edizione del contest e non è voluta mancare all’appuntamento che celebrava i vent’anni di attività della più amata rock band italiana: I Tre Allegri Ragazzi Morti.

“Per principianti” con questo titolo il tour estivo 2014 che celebra appunto i vent’anni di attività di Tre allegri ragazzi morti, ha fatto tappa al GallinaRock. Il concerto appassionato e autentico della band di Pordenone ha sigillato lo straordinario successo di un’edizione da incorniciare. Musiche spente nella notte dopo l’afthershow del Dj Set Pietrofunk. A presentare le serate, per la prima volta in queste vesti, c’ha pensato l’affascinante attrice Susy Mennella. Visibilmente entusiasti gli organizzatori ad iniziare dal patron Luigi Vacana, al Produttore Esecutivo Nicola D’Annibale, al Direttore Artistico Americo, alla Direzione Generale di Elisa, Cristina e Nicola Schiavi, Carla Cellucci, Barbara Tamburrini, Michele e Matteo Francisosa, Simona Piselli, Mario Bruni, Marco Di Folco, Valerio Tersigni, Eleonora Ferri, Matteo Corsi, Mara Compagnone, Pietro Pallisco, Cristina Pignalosa, Gianfranco Proia, Benito e Gianluca Nardone, Simone Tetro, Lallo Tullio, Riccardo Pittore.








 

 

 


 
 

istituzioni_footer

tit_mediapartners mediapartners_footer2018

sponsor_footer2018