GallinaRock Festival Nuovi Talenti, detto anche GallinaRock, fondato e presieduto da Luigi Vacana è un'iniziativa giunta alla tredicesima edizione e nata per promuovere nuovi talenti in ambito musicale. Il Festival che si svolge nel Parco San Leonardo di Gallinaro, in provincia di Frosinone, il 4, 5 e 6 agosto 20201 è prodotto e promosso in esclusiva dall'Associazione Culturale “Talenti”. L’associazione ha come oggetto la ricerca e la valorizzazione di nuovi talenti in ogni campo dell’arte universalmente riconosciuto come tale, senza nessun limite, dalle arti figurative a quelle della musica e della scrittura in tutto il territorio nazionale.

L’evento si tiene dal 2009, senza aver mai saltato una sola edizione, neppure lo scorso anno, quando il mondo dello spettacolo e della cultura erano praticamente paralizzati. Proprio mentre sembrava ci si dovesse arrendere per forza, il GallinaRock riusciva a produrre comunque il Festival – segnando un vero e proprio primato nazionale – in modalità a distanza e senza pubblico. Grazie in particolare al partenariato con aziende leader nei propri settori, il Festival ha sempre garantito dirette video con riprese televisive in hd a trasmettere per intero, in live streaming, ogni serata. Con telecamere, fisse e mobili e l’utilizzo di droni a filmare l'evento, backstage in collegamento, subito dopo le esibizioni, senza alcuna interruzione nei passaggi dal palco: dirette che nessun altro contest indipendente aveva mai prodotto prima d'ora in Italia, e che il GallinaRock garantisce invece da anni. Una formula adottata fino ad allora come ‘accessoria’, che ha permesso invece al Festival di potersi tenere anche nel 2020. Emozioni dunque mai interrotte che quest’anno finalmente si potranno tornare a provare dal vivo.

Clicca qui per scaricare lo statuto dell'associazione.

 

 “…uno dei contest musicali più importanti d’Italia”, con queste parole l’agenzia di stampa nazionale AdnKronos annunciava l’avvio del GallinaRock già dalle primissime edizioni. GallinaRock è un festival di musica rock riservato ai cantanti e gruppi emergenti di questo, come di altri generi musicali, che intendono presentarsi all’attenzione del mondo artistico. In un territorio che dimostrava straordinaria sensibilità al mondo della musica e della cultura più in genere, si contano ormai numerosissime rassegne musicali divenute importanti e di spicco nazionale nel corso degli anni. Tutte però accomunate dall’essere ognuna una rassegna di personaggi noti e conosciuti, spesso leader del loro genere musicale.

GallinaRock nasce e si distingue per non avere la sola funzione di far esibire artisti o gruppi già affermati, ma di essere punto di riferimento e trampolino di lancio per tanti giovani in cerca di visibilità. Un festival di nuovi talenti divenuto un appuntamento costante di ogni anno che tende a dare, oltre alla visibilità, anche una serie di strumenti ai nuovi artisti per poter cominciare più agevolmente a muovere i primi passi verso una carriera artistico – musicale.

Ad affiancare e fare da cornice ai live musicali, l'area creativa denominata GallinArtRock, dove a regnare incontrastata è la creatività di pittori, scultori, performer, fotografi e tutti coloro che vogliono dar voce alla propria vena artistica. Elemento assolutamente distintivo, curato dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, la stessa Accademia che produce in esclusiva l’artistico riconoscimento alla band vincitrice del contest 2021.

 

GallinaRock è dalla nascita un palcoscenico naturale all’aperto per l’esibizione di gruppi emergenti, accanto a volti noti, che affrontano da sempre una platea gremitissima. La manifestazione è l'evento clou tra le iniziative promosse e prodotte dall'Associazione Culturale "Talenti”. Il periodo migliore è ovviamente quello estivo, consentendo di capitalizzare - in termini di presenze - l’afflusso turistico presente nell’area della Val di Comino, del sorano e del cassinate. Così sarà anche quest’anno e le date prescelte ricadono nella prima settimana di agosto. Al solito Parco San Leonardo, sarà la location che ospiterà il Festival: il colle più alto che sovrasta il centro storico di Gallinaro ed il suo borgo medievale. Tutt’intorno lo spettacolare panorama della Val di Comino. Una location mozzafiato resa ancora più suggestiva dalla regia, che ha garantito e garantirà sempre, quell’atmosfera magica che solo il GallinaRock è in grado di offrire.

 

Il format è per eccellenza portavoce e promotore di messaggi di assoluto valore morale, culturale ed educativo, su tutti l’eguaglianza, la non violenza, il rispetto, l’integrazione, la salvaguardia del bene più preziose che è la salute.

GallinaRock oltre a rappresentare una straordinaria opportunità per tanti giovani e gruppi emergenti del panorama italiano è divenuto un appuntamento fisso capace di richiamare l’attenzione di un pubblico sempre più numeroso. Arrivando ad allargare l’area geografica di interesse, nel corso degli anni, all’intero panorama nazionale. Il Festival rappresenta oggi un importante tassello nel mondo culturale del territorio regionale che, insieme ad altri eventi, alle tradizioni del luogo integrate con il panorama del patrimonio storico monumentale, concorrono a formare l’offerta turistica complessiva che è il prodotto Ciociaria. Un'intuizione ed una formula assolutamente vincente intorno alle quali si stringono e si entusiasmano le più svariate figure della società. Esperti di comunicazione, grafici, sociologi, giornalisti, agenzie di eventi e spettacolo, artisti, imprenditori si avvicinano e collaborano, anche solo fornendo un’idea. Ognuno di essi vuol migliorare e rendere più originale questo freschissimo appuntamento con la musica e con l'arte, perché tutti vogliono dare una opportunità a tanti ragazzi molto giovani e perché tutti sono coscienti che molti di essi sono capaci di aggregare ed aggregarsi sotto un unico comune denominatore: quello della passione per la musica, l’arte e la cultura più in generale. Occasione sana e virtuosa come alternativa ad una crisi di valori e d'identità che porta un numero sempre maggiore di ragazzi ad accostarsi alle droghe e alle dipendenze. Dalla prima edizione il GallinaRock è partner del progetto “Unità di Strada”, promosso dalla Asl di Frosinone, per contrastare proprio le dipendenze e le devianze giovanili. Appuntamenti anche interattivi, grazie al giusto utilizzo dei social, che fanno del giovane non il semplice ricettacolo passivo, ma un protagonista attivo del proprio tempo, dei propri spazi e dei propri interessi. Nella ferma convinzione degli organizzatori, che al GallinaRock si partecipa, non si assiste.

 

GALLINAROCK IN LINS, LA LINGUA ITALIANA DEI SEGNI
La disabilità uditiva influisce molto sui mondi vitali, in particolare proprio nel campo culturale e sociale, creando ostacoli spesso insormontabili. Per abbattere quelle barriere e per combattere concretamente ogni forma di discriminazione, il GallinaRock sarà il primo Festival d'Italia che nella serata clou farà vedere le parole, permettendo alla musica di arrivare a tutti, anche a chi non sente. Sul palco, accanto agli artisti in bella mostra, ci saranno le mani e i volti sorridenti degli interpreti Lis, la Lingua Italiana dei Segni. Un’iniziativa in partenariato con la sezione di Frosinone dell’Ente Nazionale Sordi.

 

GALLINAROCK FOR CLIMATE JUSTICE

La plastica è il rifiuto che pesa di più sulla salute del mondo: un enorme problema che provoca danni irreversibili. Per le sue conseguenze e per le sue dimensioni si può comparare al riscaldamento globale. Questo materiale impiega 450 anni per degradarsi e le microplastiche in cui si trasforma sono la minaccia più grave per la sopravvivenza dell’ecosistema marino. Questi frammenti vengono ingeriti dai pesci e poi da noi quando li mangiamo. Negli oceani ogni anno vengono riversate 800 milioni di tonnellate di plastica, l’85% dei rifiuti marini. I dati ci dicono che se continueremo così entro il 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesci. Siamo di fronte ad una crisi climatica senza precedenti, ed è solo grazie al supporto di tutti se il nostro pianeta potrà vivere giorni più felici. Per questi motivi il GallinaRock Festival, già dal 2019, è un Festival Climate Positive e da quest’anno sarà totalmente Plastic Free. Riducendo drasticamente il proprio impatto ambientale è uno dei primi Festival d'Italia di questa portata, capace di togliere di mezzo del tutto la plastica usa e getta. Già tempo sono stati introdotti sull’area dell’evento i bicchieri ufficiali GallinaRock Festival. Un bicchiere rigido, lavabile e riutilizzabile, facile da trasportare con la pratica clip ed il laccetto, forniti dalla Ecoverre, azienda francese leader nel settore. Chi non vorrà dotarsi del bicchiere ufficiale GallinaRock, riceverà le bevande in bicchieri biodegradabili in PLA. L'acido polilattico (PLA) è un polimero plastico estratto da materiali naturali come l'amido di mais o la canna da zucchero. L'alternativa ecologica ai classici ed inquinanti bicchieri monouso in plastica. Alla vista ed al contatto hanno le stesse caratteristiche dei normali bicchieri monouso, ma una volta terminato l'uso possono essere smaltiti nel rifiuto organico. Attraverso il compostaggio questo rifiuto si trasforma rapidamente in terriccio fertile, questo permettendo un’enorme riduzione del volume di rifiuti inquinanti. Cosa vuol dire? Significa che, per dirla brevemente, dopo aver utilizzato il bicchiere potrai gettarlo nella frazione umida insieme agli scarti di cibo. Come avviene per ogni iniziativa, che ci ha permesso di realizzare l’evento integralmente Plastic Free, anche per questo servizio ci siamo affidati ad un’azienda leader nel settore: la Ekoe Cooperativa Sociale Benefit. Nata come associazione ambientale nel 2011, divenuta cooperativa nel 2015 ed infine Società Benefit nel 2020 ed ha sede a Bellante in provincia di Teramo. E’ loro la proposta del primo comune al mondo plastic free – divenuta poi ordinanza sindacale nel Comune di Tremiti. Il tutto mossi dall’idea che proprio dal mare e dalle isole, dovesse nascere il primo comune che abolisse l'utilizzo di monouso plastico di origine inorganica. Non solo i bicchieri, anche le posate e le stoviglie del GallinaRock saranno ecologiche e compostabili. Come per i bicchieri, la Produzione del Festival si è affidata ad una Cooperativa attiva nel settore da anni, per giunta del nostro territorio la Piccola Sosteria - La Tana. Dunque ogni prodotto alimentare sarà servito in contenitori compostabili ed ecologici, con ciotole ecologiche in cellulosa - materiale vegetale, biodegradabile, compostabile - ricavata dalla lavorazione della canna da zucchero, certificate compostabili secondo la normativa EN 13432. Forchette in legno certificato FSC, foreste gestite correttamente e responsabilmente dalla ONG FSC, biodegradabile, compostabile. Ogni materiale in uso al GallinaRock, al termine dell'utilizzo, potrà essere dunque conferito nella frazione umida, nel compost. Grazie infine al partenariato con la Ecozona Iberian, il GallinaRock ha abolito anche le bottiglie di plastica per la vendita dell’acqua, che sarà invece fornita a km 0 attraverso la “Casa dell’acqua”. Un modernissimo erogatore e distributore automatico direttamente dalla rete idrica, dove scorre la cristallina e limpida acqua dalle sorgenti della Valle di Canneto. L’acqua viene così microfiltrata, refrigerata, ed erogata al consumatore finale in forma liscia e/o gassata. Un risparmio reale e al tempo stesso l’indubbio beneficio ambientale: è questo è il nostro obbiettivo, insieme alla gratificazione di contribuire ad aumentare una consapevolezza di ecosostenibilità. L’edizione 2021 potenzierà dunque ancora di più la formula “Plastic Freee”, rendendola esclusiva. Ad ogni operatore, agli artisti, al pubblico, a tutti saranno forniti i materiali descritti, e sarà fatto esplicito divieto d’utilizzo della tradizionale plastica monouso. 

 

IL CONTEST PER GLI EMERGENTI

Le band emergenti ed i singoli artisti che prenderanno parte, in via telematica al Festival, saranno al solito selezionati da una qualificata Giuria di esperti, individuata in Maurizio Agamennone (Etnomusicologo e Docente Università Firenze), Laura Ferrara (Orchestra da Camera di Frosinone), Ennio Schiavi (Musicista), Luigi Tullio (Scrittore), Maurizio Turriziani (Musicista), Virgilio Volante (Musicista).  La giuria selezionerà tre band finaliste che si esibiranno il 4 agosto 2021. Alla band vincitrice del contest andrà un artistico riconoscimento prodotto in esclusiva dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, nonché la possibilità di esibirsi il 6 agosto 2021 in apertura al concertone clou del GallinaRock 2021, affidato al M° Eugenio Finardi.  

 

Per la tredicesima edizione GallinaRock 2021, come sempre avvenuto in passato, sarà promosso non solo nell’area della provincia di Frosinone, ma in tutto il territorio nazionale e grazie al web ed ai social network, sarà possibile ampliare al mondo intero la propria diffusione. Il lavoro di promozione sarà affiancato e coordinato da un qualificatissimo ufficio stampa, raggiungendo le maggiori testate giornalistiche e radiotelevisive. Un successo da sempre anche social quello del Festival: dirette video con riprese televisive in hd a trasmettere per intero l’evento. Sull'area, ma soprattutto sul palco, telecamere, fisse e mobili, droni a filmare il Festival. Backstage in collegamento, subito dopo le esibizioni, senza alcuna interruzione nei passaggi dal palco.  Iniziativa che nessun altro contest indipendente aveva mai prodotto prima d'ora in Italia, e che l’Associazione Culturale “Talenti” invece riesce a garantire da anni. Una formula questa che ha permesso al Festival di potersi tenere anche per l’edizione 2020, senza pubblico, grazie proprio allo streaming ed alla multimedialità ampiamente testata negli anni. A testimonianza della qualità dell’iniziativa proposta e prodotta, il 17 giugno 2021 la Rai delibera – a firma del Direttore della Comunicazione, Marcello Giannotti – la Media partnership ufficiale attraverso Rai Radio Live. 

 

 


 
 

istituzioni_footer

tit_mediapartners MediaPatner2021bis2

Partner2021bis